Come scegliere il caschetto per il tuo bambino

08/06/2017

Come scegliere il caschetto per il tuo bambino


Come scegliere il caschetto protettivo per il vostro bambino

Questo non vuole essere un articolo sui pro e i contro dell’utilizzo del casco in bici, poiché di questo si è già ampiamente dibattuto. Se state leggendo queste righe significa che avete già deciso di acquistare un caschetto e volete capirne di più, comprendere i materiali usati, le certificazioni, le differenze tra i modelli e le sicurezze adottate.

Noi di Misterpeluche siamo qui per aiutarvi.

Gli obiettivi di un caschetto per bici o monopattino

Prima di spiegare la struttura e i materiali impiegati, cerchiamo di chiarire un fatto molto semplice: tutti i caschi per monopattino hanno la stessa finalità, ossia proteggere il cranio dell’utente in caso di urto. Questa capacità di assorbimento e di protezione è garantita dalla certificazione, che osserva in modo attento che le caratteristiche del casco siano fedeli alle normative europee vigenti. In soldoni significa che un casco certificato venduto a un prezzo conveniente offrirà la medesima protezione di un altro il cui prezzo arriva alle tre cifre. Allora perché scegliere un modello più costoso se offre la stessa protezione di uno economico? Qui la scelta è personale poiché ciò che li distingue è la leggerezza, l’ergonomicità, la scelta dei materiali, la capacità di aerazione, la resistenza di cinturini e chiusure, la comodità in generale.

Come deve essere la struttura di un casco per monopattino:

• Una calotta esterna: solitamente in policarbonato (anche se alcuni modelli sono in fibra di carbonio), verniciata e protetta da uno strato di lucido per resistere agli agenti atmosferici. Essendo la parte più esterna e visibile e anche quella che viene esteticamente più curata e che, sbadatamente, influenza la scelta di un casco piuttosto che un altro;

• Una calotta interna: in poliuretano espanso o in schiumato, viene unita attraverso saldatura alla calotta esterna. Questa è la parte che si deforma irrimediabilmente durante una caduta o un urto, poiché assorbe l’energia cinetica sviluppata;

• Fissaggio posteriore: solitamente è formato da una rotella che lavora su due segmenti graduati. Ruotando la rotella si possono avvicinare o allontanare i due segmenti, fissando il casco saldamente alla nuca;

• Cinturini in cordura, pelle o gomma, o nylon: per consentire il fissaggio del casco ed evitare lo scalzamento, ovvero che l’aria lo faccia scivolare via dalla testa durante l’uso. Cosa osservare prima di acquistare un casco Ci sono alcuni accorgimenti da prendere prima di acquistare un casco nuovo.

 

Quali particolari non devono mancare ?

Tralasciando aspetti soggettivi e ininfluenti come l’estetica, il marchio o la popolarità, bisogna osservare attentamente questi particolari:

• Etichetta: deve riportare la marcatura CE e la normativa di riferimento EN 1078. Questa normativa garantisce che il casco sia stato progettato e testato per la protezione in caso di urto. Attenzione: non acquistate caschi da monopattino che non siano marcati CE o non soddisfino la normativa, poiché potrebbero non funzionare! Questo può avvenire nei magazzini che vendono materiale importato da fabbriche orientali;I caschetti che acquisti da noi sono assolutamente garantiti.

• Costo: un caschetto più costoso non significa che sia migliore di uno economico. Se entrambi soddisfano la normativa, allora proteggeranno il cranio allo stesso modo. • Calotta esterna: osservate bene la vernice, che deve essere integra e lucida, non deve essere graffiata o crepata;

• Calotta interna: con attenzione guardate all'interno del casco e osservate se vi sono rigonfiamenti, deformazioni, asportazioni di materiale, graffi o tagli. Se la parte interna è rovinata, fatelo presente al commerciante affinché lo tolga dalla vendita poiché si tratta di un casco fallato (o addirittura usato!);

e adesso...Buona corsa a tutti da Misterpeluche ad acquistare il tuo nuovo caschetto!!


Articoli recenti



La nuova scuola in offerta

Pubblicato il 22/06/2017